Per la Giornata mondiale delle persone con sindrome di Down arriva al cinema il delicato film “Dafne”

La ricorrenza sarà domani, primo giorno di primavera. Quest’anno nel nostro paese, la celebrazione sarà doppia, in quanto ricorre il quarantennale della nascita dell’AIPD (associazione nazionale persone Down). Io da settimane  ho l’abitudine di abbellire la mia stanza con dei mazzi di fiori freschi ed oggi ho deciso di dedicare a questo importante evento, la fotografia dei miei coloratissimi tulipani. 

Dopo il grande lancio internazionale al Festival di Berlino lo scorso febbraio, potremo così farci affascinare dalla poesia di Dafne, diretto da Francesco Bondi e interpretato dalla bravissima Caterina Raspanti, prodotto dalla Vivo Film con Rai Cinema. Sullo schermo viene riportata la storia di Dafne, una ragazza con sindrome di Down in un momento particolare della sua vita. La giovane ha appena perso la madre e si trova a dover reagire e consolare un padre distrutto dal dolore. La sceneggiatura è stata realizzata su misura per il personaggio reale della protagonista, una frizzante ed espressiva Carolina Raspanti, 35 anni, che nella vita lavora come addetta di un supermercato Coop, proprio come nel film. 

La pellicola offre importanti riflessioni anche per la tematica del “dopo di noi” cioè cosa può accadere ad un disabile dopo la morte dei suoi genitori e la necessità di organizzare dei progetti di vita indipendente.  Leggi tutto

Ancora #sirene ! Affascinata da un’antica creatura marina

L’antica sirena non è quella dell’immagine di apertura, che raffigura un delizioso  pupazzo realizzato all’uncinetto. Ho trovato la foto durante le mie ricerche sul web, di un tutorial, che mi spiegasse come fare dei pupazzi con le sembianze di sirena! Il lavoro è già a buon punto! Il post di  oggi è la rielaborazione di un articolo pubblicato mesi fa sulla Sclerotica mammacioè il blog di vita.it.  Visto che ho iniziato il mio blog cucciolo, parlando di Sirene, mi è sembrato interessante riproporlo!  Avevo già preparato mentalmente, diversi post, che si riferivano direttamente al mio rapporto con la perfida sm. Molte sere fa invece, la visione su raiquattro del film Hugo Cabret di Scorsese, mi ha fatto cambiare completamente idea. In questa magnifica pellicola si parla del grande regista francese George Méliès, il padre del cinema fantastico e della regia cinematografica. Sono rimasta letteralmente estasiata dai suoi lavori, che esprimono una visione poetica e favolistica della realtà, perfettamente in linea con il mio modo di interpretare il mondo. Talvolta ricorreva alla pittura dei fotogrammi, per ottenere fantastici effetti cromatici. Una vera magia nel cinema solo in bianco e nero degli inizi del secolo scorso. Frugando su youtubeho scoperto le immagini del suo film The mermaid (La sirena). Il mio animo, che si identifica con La sirenetta ha esultato. Come avrei amato avere le sembianze di questa poetica creatura. Il suo dolce sorriso non poteva avere almeno un posticino nel mio blog! Leggi tutto