Quando una bambina incontra una ragazza con l’alopecia

Documenti di questo tipo fanno trepidare il mio animo di attivista per la diffusione della conoscenza di ogni tipo di disabilità!

Vagando tra le proposte dì YouTube, giorni fa mi sono imbattuta nei video in lingua inglese dell’agenzia pubblicitaria HiHo.
Protagonisti sono bambini e bambine di varie età, che si trovano a conversare con persone dalle caratteristiche più disparate, che hanno disabilità evidenti o svolgono professioni particolari.

Nel video che vi propongo la piccola Lexi rivolge alcune domande a Lennox, la ragazza senza capelli seduta a fianco a lei. Tra le due nasce così una conversazione. Lennox chiede alla bambina se abbia mai visto una persona calva o comunque senza capelli.  La piccola risponde di sì. Le è successo al cinema, in questo momento con lei e anche in televisione in documentari in cui si parlava di persone con il cancro e le chiede appunto se anche lei non sia per caso malata di cancro.  La giovane risponde di non avere il cancro, ma una malattia chiamata alopecia e quindi spiega alla piccola che cosa sia e cosa comporti per il suo fisico. Leggi tutto

Nessuno verrà più chiamato mostro – La promessa di Elena Travaini

Oggi Sclerotica si occuperà di una persona, di cui ha scritto più volte con gioia nel recente passato. Sto parlando della vulcanica ballerina di blindly dancing Elena Travaini.

Consultando il suo profilo Facebook in questi giorni,  ho notato un nuovo fermento e delle riflessioni, che indicavano l’inizio di un nuovo progetto dell’artista nel campo dell’inclusione e dello spettacolo.

Soprattutto le parole del suo ultimo stato erano intrise di dolore e di dignità.

“Con la consapevolezza data dall’esperienza e dalla sofferenza voglio dirvi che mi impegnerò più che posso per far sì che tutti possano sentirsi accettati, amati, inclusi ascoltati –  continua Elena – ho scelto di reagire, di prendere a calci tutto il dolore e di farmi portavoce del bello che ci circonda. ho scelto di credere in me stessa e di mettere cuore ed anima nella realizzazione dei miei sogni. ho selezionato con cura le persone con cui interagire, amici, sostenitori e collaboratori, siamo tutti mossi dallo stesso obiettivo…. Cambiare le cose!” Concludendo con questi potenti hashtag: #stopalbullismo #stopalpregiudizio #disabiliabili #disabilityinclusion #modainclusivaparatodos

Procedendo nella lettura, ho scoperto che queste parole erano la presentazione di questo video, altrettanto esplicito!

Spero che anche voi siate in fibrillazione come me nell’attesa di conoscere i nuovi progetti della combattiva Elena!

Nell’attesa vi propongo questo bel video di Freeda.

Non uscivo più di casa per colpa delle prese in giro, ma ora ho accettato il mio aspetto

Penso di poter tornare a seguire quello che è sicuramente uno degli scopi principali del mio blog, far conoscere e parlare di tutti i tipi di disabilità.  Nel post odierno mi sono ispirata ad un video sul canale YouTube Truly. In realtà si tratta sempre dell’emIttente Barcroft Tv,( di cui vi avevo parlato mesi fa) che ha cambiato nome. Ero preoccupata da questa trasformazione. Truly si può tradurre con Veramente, Per davvero e sembra una definizione, che può dare una impostazione superficiale ai contenuti. Sembra però che questa “banalizzazione” non sia avvenuta e speriamo che ciò  non capiti mai. Leggi tutto