Quando parlai di Ezio Bosso su Famiglia Cristiana

Nel 2016 avevo appena iniziato la mia collaborazione con Famiglia Cristiana ed ho avuto subito l’opportunità di scrivere questo emozionante pezzo sulla partecipazione a Sanremo di Ezio Bosso, una  presenza che ha avuto una dimensione di apertura e distruzione di stereotipi sulla vita,la musica e la disabilità davvero imprevedibile. Ho la sclerosi multipla, per camminare uso il deambulatore e posso dire di essere sconvolta ed estasiata. Come ho scritto  in un post sul mio blog “Sclerotica”, su vita.it,  ho conosciuto Ezio per caso, attraverso riflessioni sulle chat di Facebook. Anche allora venni stupita e conquistata dalla sua sensibilità e dalla sua grandezza, non aspettavo però di essere di nuovo sorpresa e travolta dalle emozioni.

È stato tutto un crescendo di stati d’animo già dal suo apparire improvviso, quasi timido, in carrozzina  spinto da Carlo Conti. 

.È difficile spiegare cosa possano aver provato i malati neurologici ed in generale i disabili nell’assistere a ciò che è successo dopo!  Ezio si è mostrato senza pudori, con tutte le sue difficoltà nell’articolare le parole e nel controllare una gestualità impazzita per l’emozione e la malattia e, soprattutto, con grande autoironia! Mi sembrava di assistere al video di un amico, in uno dei gruppi di malati di sclerosi che seguo sui social network.

Ezio è stato recentemente protagonista anche di un altro bre e ritratto televisivo, all’interno della trasmissione I dieci Comandamenti di Domenico  Iannacone.

Gardatela qui, ne vale davvero la pena!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *