La piccola disabilità di Gué Pequeno

Leggendo i miei post si potrebbe pensare che io sia una frequentatrice compulsiva dei palinsesti televisivi. In effetti mi dichiaro di volta in volta, appassionata di svariate trasmissioni. In realtà sono semplicemente una sbocconcellatrice di  brani  televisivi.  Oggi ad esempio, vi parlerò di un talent musicale, The Voice of Italy. Ne ho seguito, a modo mio, diverse edizioni, soprattutto mi piace la fase delle blind audition in cui I giurati ascoltano le esibizioni dei concorrenti, girati di schiena, senza vederli. Ieri si è tenuta la prima blind dell’edizione di quest’anno e non me la sono persa! I giudici, quasi tutti musicisti, erano nuovi ed io vengo sempre incuriosita da quelli, che partecipano come rappresentanti della musica hip hop. Nell’edizione del 2019, il giudice sarà Gué Pequeno, esponente della Trap, il discusso genere che va per la maggiore tra gli adolescenti e che  ho imparato a conoscere attraverso mia figlia Eleonora. Sono rimasta colpita dal personaggio di Gué, visivamente un po’ eccessivo, ma dotato di un aplomb quasi britannico e dal modo di esprimersi garbato, in un  italiano a tratti forbito. Come mamma sono davvero compiaciuta per i gusti della mia figliola. Sono andata a leggere articoli e interviste su di lui e ho scoperto che Gué  Pequeno aveva un particolare della sua biografia, molto interessante per il mio blog . Il cantante ha  infatti una piccola disabilità. Dalla nascita ha un problema all’occhio sinistro,  semichiuso per una blefaroptosi, detta anche ptosi palpebrale, che comporta una diminuzione dell’apertura della palpebra in senso verticale. Per questo motivo è stato anche deriso da ragazzino.  La mia missione per  la diffusione della cultura della disabilità mi ha spinto a parlare su Sclerotica di Gué e della sua storia. Per conoscerlo meglio e godere del piacere della sua conversazione, seguite l’intervista di Peter Gomez, che ho pubblicato qui sotto!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *