A Detto fatto anche Valentina Bazzani brava giornalista e stupenda sirena

Sono molto affezionata a Valentina anche perché è veneta come me ed è una giovane e brava giornalista carrozzata, come ama definirsi! Cliccando qui potete conoscere meglio la sua storia. 

Valentina è una ragazza elegante, dotata di un raro gusto nell’abbigliamento, nel trucco e nelle acconciature. Si batte per dimostrare come le persone disabili possano comunque essere eleganti e alla moda. Non per niente su questo argomento ha scritto addirittura un libro, “Quattro ruote e tacco dodici”. Leggi tutto

Barbara Garlaschelli la sirena che mi ė rimasta nel cuore

Nel mio piccolo excursus sulle sirene non poteva mancare Barbara Garlaschelli. L’ho conosciuta ed apprezzata diversi anni fa, dopo  famoso ricovero che aveva fatto nascere in me la predisposizione  al racconto, in chiave narrativa. Conoscevo l’immagine della donna disabile  sirena, ma il titolo del libro di  Barbara, Sirena mezzo pesante in movimento  mi aveva molto colpito. La sua era una sirena terrestre, molto fisica e per niente fiabesca. Il libro è  bello e vitale!  Vi consiglio di  leggerlo tutto d’un fiato. Anche perché non riuscirete ad abbandonarlo. Barbara ha scritto molti libri, ma l’ ideale continuazione di Sirena è Non volevo morire vergine, ma ve ne parlerò  più avanti. vi lascio ad un altro versione di Song to the Siren, quella originale di Tim Buckley! Leggi tutto

#sirene Io sirena, donna, mamma con la sclerosi mutipla

Oggi ho voluto riproporre una delle mie migliori interpretazioni da sirena. Era il 2011 ed ero ricoverata in riabilitazione al Fatebenefratelli di San Maurizio Canavese. Passavo moltissimo tempo nel parco, seduta in carrozzina avevo le meches bionde e mi feci fare moltissime foto. Una di queste diventò il modello per un ritratto che mi fece la mia amica Bruna e che vedete qui riprodotto.

Mi sentivo proprio una dolce sirena, come quella della copertina del mio libro Avventure semiserie delle mie gambe di Golem edizioni Leggi tutto

Splash…una sirena con la sclerosi multipla 😮

Vi immaginate una sirena con la sclerosi multipla? Eh si! Anche in questo post dovrete sopportarmi con le mie digressioni sulle creature marine e la disabilità. Cari lettori del mio blog, dovete capirmi! Io sono del 1965, faccio parte della generazione dei baby boomers e sono stata adolescente negli anni Ottanta ! Il mio immaginario non riesce a liberarsi di una storica sirena , Daryl Hannah in Splash una sirena a Manhattan. Perdonatemi di nuovo, il regista di questo film era un esordiente Ron Howard, cioè Ricky Cunningham di Happy Days!!!  Nella mia storia personale poi, Daryl Hannah ha un significato tutto particolare. Per molto tempo io l’ho confusa con Lori Singer, la dolce violoncellista di Saranno Famosi. Leggi tutto

Anche io sono una sirena guerriera!

Parlando di Sirene disabili e combattenti non poteva mancare anche la mia personale versione di  sirena. L’idea é nata sfogliando le pagine facebook e le mie fotografie recenti. Mi è bastato unire una delle fotografie del progetto sport & glamour disability di Micaela Zuliani ad un mio video in cui cammino con il deambulatore per ottenere un effetto…energizzante! Sembro proprio una ironica combattente! Ho proposto l’abbinamento anche sulla mia pagina facebook ed i like e gli apprezzamenti non sono mancati. Certo, sarebbe stato meglio scegliere una foto marina, in cui sono in costume, ma per adesso, l’effetto è abbastanza coinvolgente. Leggi tutto

#sirene La fiction fantasy di rai 1 è carina, ma vuoi mettere la potenza delle sirenette disabili?

Che periodo incredibile! Nella mia vita, il mio corpo sta subendo una trasformazione. Acquisisco ogni giorno nuove consapevolezze sulla mia disabilità. Mi sento come un laboratorio in cui si tentano esperimenti arditi!

Nella vita professionale tutto è in movimento. Da quando è nata la nuova Sclerotica, ho cominciato a rendermi conto di quanto sia  arduo gestire tre blog, distinti, ma comunque indissolubilmente legati. Ho tentato timidamente di realizzare i primi post sul mio blog personale, quasi scherzando sul personaggio della sirena, spesso usato, anche da me come simbolo delle donne disabili e la fantasy fiction televisiva Sirene, della quale andrà in onda proprio questa sera su RAI Uno, la seconda puntata. Stavo cercando su Google nuovi spunti, finchè mi sono trovata una vera e propria tesi di laurea di Kate Noson, dell’Università di Berkley, intitolata L’odiosa coda. La sirena come immagine della disabilità nella letteratura italiana. Ero sbalordita di aver trovato del materiale così importante con uno sforzo minimo. Dopo aver letto le prime righe, ho scoperto subito un personaggio interessante. Una artista molto originale, Antonella Laterza,  una cantante ed artista visuale bolognese, in carrozzina per la sua disabilità autrice del Musical Sirene e dell’installazioneBarbie in carrozzina, che utilizza una fantastica bambola con la coda argentata da sirena! Che dire? Guarderò la fiction di stasera perchè è ben fatta, ma le vere sirene siamo noi donne disabili! Leggi tutto

Le sirene sono ovunque…anche nel caffè!

Non vorrei sembrare esagerata, ma le sirene mi perseguitano! Stamattina stavo bevendo un caffè dal tazzone di Starbucks l(la famosa catena di locali, diffusa in tutto il mondo) che mia figlia mi ha portato da Londra e mi sono resa conto che l’immagine femminile del logo è una sirena! Ho cercato notizie su Google ed ho scoperto questo http://www.crearelogo.it/la-storia-del-logo-starbucks/    la ricostruzione è davvero interessante. Ne riporto qui un estratto:  Ma vi siete mai chiesti che cosa rappresenta o simboleggia questa figura mitologica e cosa ha a che fare con il caffè? Il logo originale, concepito nel 1971, è stato modellato su un’incisione nordica del 15 ° secolo, cioè l’immagine di una sirena mitologica a due code. La sirena, come forse ricorderete dalla mitologia greca, era una figura femminile affascinante e irresistibile, tipicamente mezzo pesce/mezza donna. L’obiettivo della sirena era quello di sedurre i marinai in alto mare con una potente e seducente canzone, che però portava spesso alla sfortunata morte del marinaio che non riusciva a resistere alla tentazione! Il primo logo aveva uno schema di colore sul marrone caffè e l’anello circolare che circondava la figura mitologica della sirena conteneva il testo “Starbucks – Coffee – Tea – Spices” (Starbucks-Caffè-Thè-Spezie). L’immagine complessiva fu progettata per assomigliare all’etichetta di una scatola di sigari! Il simbolismo della sirena non era destinato a suggerire la “scomparsa dei clienti” che hanno acquistato il caffè, ma piuttosto di rappresentare la qualità irresistibile e seducente dello stesso caffè! Negli ultimi 35 anni, il logo ha subito diversi cambiamenti significativi, ma sempre aderendo al tema originale. Leggi tutto

Sirene….

Qualche giorno fa ho iniziato una discussione su facebook sulla figura della sirenaIl 26ottobre comincerà su rai 1, una fantasy fiction intitolata proprio Sirene. Come potete vedere anche dalla copertina del mio libro Avventure semiserie della mie gambe, la sirena è ormai diventato anche il simbolo delle donne con disabilità agli arti inferiori e mi sarebbe piaciuto che tra gli interpreti dell’opera televisiva, ci fossero anche attori attrici disabili. La fantasia però non si è spinta così lontano! Consoliamoci con una bellissima canzone di Tim Buckley , interpretata magistralmente da Sinead o’Connor… Leggi tutto