Sclerotica su Chiara Bordi, arti amputati e Miss Italia

Da qualche giorno sto provando a collaborare per Blasting news, il famoso sito di notizie di vario genere, che sta prendendo piede in tutto il mondo. È divertente, ma, al momento, le prospettive di guadagno non sono molte, essendo legate alla quantità di visualizzazioni. Voglio però continuare a provarci per la mia causa di diffusione della cultura della disabilità! Oggi ho scritto un pezzo su Chiara Bordi, la ragazza con una protesi alla gamba sinistra, che partecipa a Miss Italia.  Leggi tutto

L’angelo atletico di Riccardo

Molte persone che mi seguono su Facebook hanno potuto vedere questo  bel video di Riccardo Aldighieri per le strade del centro di Torino. 

Riccardo mi ha fatto giustamente notare che la sua esperienza non sarebbe stata possibile senza l’aiuto del suo amico di Leinì, Matteo. Leggete con quali parole lo descrive.

È un ragazzo di un altruismo incredibile… leale, buono, simpatico! Ha una forte passione per il calcio e proprio per questo fisicamente è anche molto propenso a darmi una mano in caso di necessità.
Mi riporta abbastanza all’infanzia perché, quando mi vede in difficoltà o vede che davanti a me c’è un ostacolo in pochi secondi svolta la situazione prendendomi in braccio o in spalla!
È molto fisico…
Lo definirei un angelo atletico😍
Leggi tutto

Gino Bartali anche nelle Avventure semiserie delle mie gambe

Quanta strada nei miei sandali…quanta ne avrà fatta Bartali é il titolo di un capitolo del mio libro

9

Paolo Conte mi scuserà per aver citato la sua bella canzone per parlare di biciclette, anche se io con Bartali non c’entro proprio niente. Mia madre  mi racconta sempre che quando ero piccolissima avevo imparato a tifare per il famoso Gimondi.

No, care gambe, Gimondi il ciclista, non il protagonista della filastrocca
“Arriva Gimondi con gli occhi rotondi, la testa quadrata e la bici scassata”.
I mei genitori tifavano per lui e io conobbi così uno dei primi nomi di sportivi della mia vita, particolare che non significò per me un futuro
da atleta. Proprio per niente. Non sono mai stata una ciclista appassionata, ma… Sorpresa! Pedalare da bambina mi piaceva! In casa giravo
con una biciclettina che adoravo, ed ebbi un’infatuazione momentanea per la velocità quando mio padre mi insegnò ad andare senza rotelle.
Una brutta caduta mi fece rinsavire, non sono più riuscita ad andare forte, ma fino ai dieci anni continuai a usare la bici per divertimento. Leggi tutto

Finalmente posso invitarvi a scaricare l’e-book di Avventure semiserie delle mie gambe… Costa solo 3,99 euro!

Il momento che tanto attendevo finalmente è arrivato!

Il mio amato Avventure semiserie delle mie gambe – Golem edizioni, è disponibile anche in formato e-book, ad un prezzo davvero conte-nuto, 3,99 euro. Mi sono sentita euforica, come se fosse uscito un nuovo libro!

La prima cosa che ho fatto, dopo averlo saputo, è stata comprarmelo su Amazon e godermelo sul mio amato e-book reader! 

Lo so sto diventando un po’ troppo   strana,  vi prego, perdonatemi, ma sono contenta come una bambina. Leggi tutto

Due gambe in grado di fare balzi enormi come i canguri – Il sogno di noi sclerotici

Seguire una trasmissione televisiva di Alberto Angela, che parlava dell’Australia e degli ani- Mali che la popolano come i marsupiali ed in particolare i canguri, ha fatto accendere una lampadina nella mia testolina sclerotica! Dover attraversare grandi pianure aride per procurarsi il cibo, ha fatto si che i canguri sviluppassero grandi zampe posteriori in grado di compiere grandi balzi per muoversi velocemente. Correndo o camminando su quattro zampe, sarebbero stati troppo lenti e avrebbero rischiato di morir di fame nel tragitto! Leggi tutto

Anche Sclerotica vorrebbe fare salti altissimi per uscire dalla depressione

  Sono arrivata al nuovo capitolo sulla mia strana crisi. Alla allegra clausura nelle ultime settimane si è aggiunta una delle mie note crisi depressive. Ho capito che devo a tutti i costi reagire, dimostrare nuovo affetto per il mio corpo e le mie care GAMBE. Non me ne vorrà l’amico Iacopo Melio, se mi ispirerò a lui e al suo ultimo libro Faccio salti altissimi, edito da Mondadori. Anche io vorrei cercare di superare la mia situazione e con le mie care gambe realizzare qualcosa di impensato. Se penso a saltare, dai ricordi della mia infanzia esce l’immagine della grande Sara Simeoni, che nel 1978 vinse addirittura il record del modo di salto in alto. Sara è veneta come me e l’ho sempre ammirata, magari il suo ricordo potrà essere uno sprone. Anzi vorrei che tutti noi sclerotici potessimo lanciarci con gioia! Leggi tutto

Insalata di recente bellezza

Che bello, in questo lunedì di metà maggio, Sclerotica vuole mischiare un po’ di suggestioni. Ho amato vedere Netta, la rappresentante di Israele vincere l’Eurovision song contest. Non ho seguito la gara, ma la canzone è piacevole e l’interprete mi piace.

Edoardo Bennato è tornato alla ribalta con la nuova versione di Burattino senza fili ed il brano inedito Mastro Geppetto. 

Io ho iniziato ad amare Bennato proprio da quell’album e amo Geppetto dal Pinocchio di Comencini Leggi tutto

Le mie gambe lunghe, ma fragili, come quelle di un cavallo

  È una immagine che ho in testa da mesi. Il cavallo, con le sue lunghe e fantastiche gambe, ha delle caviglie molto sottili, che rischiano con facilità di rompersi e portare l’animale alla morte. Una volta vidi un filmato in cui un giovane puledro faticava a passare oltre una strada cosparsa di assi di legno a causa della sue fragili caviglie.

Quanta solidarietà ho provato! Anche per me le caviglie e i piedi sono dei punti deboli, che mi fanno sentire vulnerabile e indifesa. Leggi tutto

Aiutatemi! Cerco avventurose storie di gambe

Ormai l’ho ripetuto talmente tante volte da diventare noiosa! Ho dedicato un libro alle mie pazze gambe con la sclerosi multipla Avventure semiserie delle mie gambe e vi invito a leggerlo! Potete scaricarlo cliccando  qui 

Ma voi, cari lettori del mio blog, non avete niente da raccontarmi? Non volete diventare protagonisti di personali avventure delle “vostre” gambe? Del resto le colonne portanti delle persone sono davvero interessanti.

Nell’immagine di apertura potete vedere la ballerina ed esperta di danceability Erica Brindisi, che ha curato la postfazione del mio libro. Anche lei ha vissuto storie degne di essere raccontate e lo fa costantemente sul palcoscenico. Leggi tutto