Basta melassa! Al cinema arrivano i disabili Brutti e Cattivi

Credo non sia più nelle sale non sia più in prima visione, ma oggi ho voglia di tornare a parlare del film Brutti e Cattivi.

In attesa che il grande schermo ci dedichi tante belle storie normali, va bene anche che si esageri col politicamente scorretto. Alla mostra del cinema di Venezia, è infatti stato presentato un film in cui i disabili sono davvero fetenti! Brutti e cattivi è il suo titolo  Cosimo Gomez il regista e un irriconoscibile Claudio Santamaria senza gambe uno d egli interpreti principali.  Sicuramente questa commedia nera è una novità per il cinema italiano, ma arriva soltanto ottanta anni dopo.

 il nerissimo Freaks di Tod Browning, film inglese del 1932 (l’immagine di apertura è tratta da questo film) . L’opera, in cui recitavano moltissimi disabili gravi,  è ambientato in un circo ed è considerato uno dei massimi capolavori della cinematografia mondiale, Sarò sincera, ho davvero gioito quando ho letto la scheda di Brutti e cattivi. A giudicare dai trailer, il film pare davvero interessante e le persone con handicap non sono ritratte in modo pietistico. Riflettendo con maggior distacco, non posso che esprimere un giudizio di sospensione. Importante il riconoscimento di una realtà in cui i disabili si comportino come freak, ma vivano in modo godereccio ed indisciplinato, per nulla subalterno. E’ comunque fortissimo il desiderio di entrare dalla porta principale. Si attendono schiere di registi coraggiosi con opere di ordinaria quotidianità, in cui handicap e normalità si intreccino liberamente, senza alcun tipo di censura.

* avevo già pubblicato questo post su La stampella di Cenerentola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *