Anche Sclerotica vorrebbe fare salti altissimi per uscire dalla depressione

  Sono arrivata al nuovo capitolo sulla mia strana crisi. Alla allegra clausura nelle ultime settimane si è aggiunta una delle mie note crisi depressive. Ho capito che devo a tutti i costi reagire, dimostrare nuovo affetto per il mio corpo e le mie care GAMBE. Non me ne vorrà l’amico Iacopo Melio, se mi ispirerò a lui e al suo ultimo libro Faccio salti altissimi, edito da Mondadori. Anche io vorrei cercare di superare la mia situazione e con le mie care gambe realizzare qualcosa di impensato. Se penso a saltare, dai ricordi della mia infanzia esce l’immagine della grande Sara Simeoni, che nel 1978 vinse addirittura il record del modo di salto in alto. Sara è veneta come me e l’ho sempre ammirata, magari il suo ricordo potrà essere uno sprone. Anzi vorrei che tutti noi sclerotici potessimo lanciarci con gioia! Leggi tutto

Il particolare insignificante di Marialaura

Oggi vi parlerò di una donna che stimo davvero tanto, Marialaura Tessarin. Questo link è tratto dal mio blog de La Stampa La stampella di Cenerentola!

La mia amica è bellissima, ha trentacinque  anni, è nata a Rovigo, ha gli occhi verdi ed un viso dolce. Si è laureata in filosofia ed ama la politica.

Ora è assessore alle politiche per l’handicap  del comune di Porto Viro. Marialaura è anche una brava cantante, anzi una cantautrice col suo profilo Myspace personale. “Ho sempre amato cantare fin da bambina, ma si può dire che ho iniziato a prendere la musica sul serio quando facevo le scuole medie, partecipando a diversi concorsi di provincia grazie ai quali ho ottenuto riconoscimenti soddisfacenti. Poi, col passare del tempo, ho voluto iniziare a confrontarmi in concorsi più importanti a livello nazionale come “Castrocaro“, “Accademia di Sanremo” e tanti altri. Ha scritto sulla sua pagina, dove specifica che i suoi scrittori preferiti, che l’hanno anche influenzata molto sono  Wilde, Rimbaud, Verlaine, Baudelaire, Verga, Pascoli e D’Annunzio. La giovane cantautrice ha appena inciso un nuovo singolo dal titolo ” Le trecce di Lolita”; potete ascoltarlo e vedere il relativo video cliccando su questo link. La canzone fa da traino al suo progetto musicale da cantautrice, prodotto daIarin Munari. Negli anni scorsi Marialaura ha partecipato  come modella anche al progetto fotografico “Boudoir Disability” di Micaela Zuliani,cliccate qui per vedere le foto Ora avrete capito che la mia amica è davvero una donna straordinaria. Accidenti però scusatemi, c’è qualcosa che non riesco a ricordare…cosa può essere, che figura! Un attimo, ora ricordo!Marialaura usa la carrozzina ed ha la SMA (atrofia muscolare spinale).  Ma credo che possiate perdonarmi, questo è un particolare davvero insignificante, non è vero? Leggi tutto

Insalata di recente bellezza

Che bello, in questo lunedì di metà maggio, Sclerotica vuole mischiare un po’ di suggestioni. Ho amato vedere Netta, la rappresentante di Israele vincere l’Eurovision song contest. Non ho seguito la gara, ma la canzone è piacevole e l’interprete mi piace.

Edoardo Bennato è tornato alla ribalta con la nuova versione di Burattino senza fili ed il brano inedito Mastro Geppetto. 

Io ho iniziato ad amare Bennato proprio da quell’album e amo Geppetto dal Pinocchio di Comencini Leggi tutto

Specchio delle mie brame parte seconda – Rivoglio la mia stampella fatata

Come vi ho detto nell’ultimo post sto attraversando un periodo strano e sto ancora valutando come parlarne. Per ora ho scelto di lasciare solo degli indizi e creare un po’ di suspance! Di sicuro posso dire che sto rimpiangendo il potere magico della mia stampella fatata. Per reagire ho deciso di fare nuove prove di diretta su Facebook.Cliccando su questo link potete ascoltare il mio intervento audio, che mi é riuscito abbastanza bene, considerata la mia lunga assenza dai microfoni. Leggi tutto

Le mie gambe lunghe, ma fragili, come quelle di un cavallo

  È una immagine che ho in testa da mesi. Il cavallo, con le sue lunghe e fantastiche gambe, ha delle caviglie molto sottili, che rischiano con facilità di rompersi e portare l’animale alla morte. Una volta vidi un filmato in cui un giovane puledro faticava a passare oltre una strada cosparsa di assi di legno a causa della sue fragili caviglie.

Quanta solidarietà ho provato! Anche per me le caviglie e i piedi sono dei punti deboli, che mi fanno sentire vulnerabile e indifesa. Leggi tutto

Specchio o specchio…

Sono in crisi! Inutile negarlo, l’inossidabile Sclerotica sta vivendo un periodo davvero particolare. Svelerò tutto un po’ per volta anche perché le cose non sono ben chiare nemmeno per me! Oggi comincerò a raccontare del mio mutato rapporto con lo specchio e di conseguenza, con le fotografie, i selfie in particolare. Ho trascorso mesi senza uscire, continuando comunque a lavorare e badare alla mia famiglia e alle mie cose. Si era pero perso, gradualmente per me, il quotidiano rapporto con lo specchio per rimirarmi il viso, gesto dalla grande valenza psicologica ed estetica. Non mi studiavo più il volto, cercando segni di tristezza o di inesorabile avanzare del tempo neanche scattandomi dei selfie, magari da condividere su Facebook. Noria Sclerotica ha vissuto senza volto, lavorando di immaginazione. Non mi sono avventurata dentro il mio spazio riflettente come ha fatto Alice nel romanzo di Carroll. Leggi tutto