Il potere terapeutico di “Fiori di loto” il delicato libro di Manuela Chiarottino

Ripeterò un concetto che, in questi giorni, riecheggia in moltissimi discorsi e conversazioni. Ho la sensazione che tutto ciò che ho fatto prima del mese di marzo di quest’anno appartenga ad un lontano passato, anche la semplice lettura di un romanzo. Mi sono addentrata tra le pagine di “Fiori di loto” (Manuela Chiarottino, edizioni Buendia Books), alla fine del mese di febbraio, quando il livello di consapevolezza del pericolo del contagio da corona virus era ancora fragile. Già in quei giorni si parlava spesso della Cina, ma quasi esclusivamente come la nazione dalla quale era partito il contagio. La scrittura di Manuela con sapienza e delicatezza, mi ha trasportato in un’atmosfera rarefatta e affascinante. Amore, malattia e rinascita si alternano fino a creare un crescendo di stupore e delicate emozioni. Parte del fascino del racconto è nelle pagine dedicate alla misteriosa Ah-lai, la donna orientale che la protagonista incontra quasi ogni giorno, seduta su una poltroncina, appena fuori dalla sua casa. Leggi tutto

Special Books for Special Kids – L’impegno di Chris Ulmer per fare conoscere i ragazzi con disabilità intellettive

Come ho spiegato nei post precedenti, sono sempre stata molto dubbiosa circa il fatto di toccare l’argomento corona-virus, per non alimentare ulteriormente la catena di informazioni ansiogene che escono ogni giorno su questo tema. Mi sono resa conto però che, una estraneità totale non era possibile. La pandemia ha stravolto le vite di tutti e sta avendo un impatto veramente pesante nell’universo disabilità.

La costrizione all’interno delle mura domestiche ad esempio, può essere una specie di bomba ad orologeria per tantissimi portatori di patologie psichiatriche ed handicap cognitivi. Leggi tutto

Niente distopie – Ora tengo lezioni di scrittura creativa in diretta Facebook

Alzi la mano chi, in questi giorni drammatici e concitati, non si è sentito precipitare nella trama di un romanzo distonico o in un film fantascientifico. Una delle più abili e promettenti scrittrici fantasy italiane, la torinese Laura Scaramozzino, in questi giorni di panico e quarantena, ha scelto invece  di abbandonare temporaneamente  i panni della narratrice di oscuri mondi. Per venire incontro a tutti i reclusi forzati e soprattutto alle persone più fragili per vari motivi di disabilità’, malattia o età anziana, Laura ha iniziato a tenere sui social, delle brevi lezioni di scrittura creativa, L’ingegnosa scrittrice ha utilizzato lo strumento della diretta Facebook per regalare pillole di mezz’ora ciascuna, davvero professionali e ben realizzate. L’ultImo romanzo della scrittrice , “Screaming Dora” , Watson edizioni, è uscito meno di un anno fa e parla di una società futura che non conosce il dolore e l’invecchiamento. Persino il disagio psicologico è stato azzerato, attraverso l’uso di un fantomatico antidepressivo,   l’Apathoxina, che ha cancellato qualsiasi forma di sofferenza. Grazie al puntophone, un innesto biotecnologico inserito nel polso, gli uomini possono evitare qualunque situazione avversa. Nei suoi incontri su Facebook, Laura non parla dei suoi scritti, ma si lancia, nel mettere a disposizione di tutti, la sua esperienza pluriennale di insegnante di scrittura e conduttrice radiofonica (ha condotto per lungo tempo una trasmissione su un emittente torinese.  Ascoltatela e seguitela con attenzione, sperando che il suo esempio diventi un vero antivirus per tutti.

Un hula hoop con le bretelle per mantenere le distanze di sicurezza!

Non posso certo astenermi dal parlare della pandemia da corona virus. L’argomento che domina indiscusso, giornali e notiziari di tutto il mondo. Ho aspettato perché volevo evitare fake news e toni allarmistici. Mi sarebbe piaciuto toccare l’argomento poco alla volta con delicatezza.

Una notizia utile, ma anche ironica e dotata di sufficiente leggerezza, l’ho trovata stamattina, tra le informazioni del sito dell’Inail, Superando.it.

Autore dell’approfondIntento è il simpatico e ingegnoso care giver Guido Genta, che racconta di aver progettato  un utilissimo ausilio, che ci permetterebbe di mantenere le giuste distanze di sicurezza tra le persone, per evitare il contagio. Leggi tutto

Ma i disabili fanno sesso?

Ah il pregiudizio! Stiamo attraversando un periodo surreale, nel bel mezzo di una epidemia, causata da un virus davvero dispettoso. Come previsto, tra la gente si diffondono allarmismo  ed informazioni poco corrette. Lo stigma  e il pregiudizio, che riguarda le persone disabili è invece sempre lo stesso, virus o non virus. Sono passati pochi giorni da San Valentino, il giorno classicamente dedicato all’amore, noi che viviamo la realtà dell’handicap siamo spesso più bersagliati del solito dal bigottismo  e dai luoghi comuni. C’è chi pensa che i disabili siano asessuati come gli angeli e chi è convinto  che far l’amore con loro, sia una specie di peccato mortale. (Cliccate sulle parole evidenziate sotto) Leggi tutto

Il rivoluzionario universo maschile di Tiziano Ferro, che fa tremare d’emozione l’Ariston

Tiziano, l’ho già fatto in passato, ma sento nuovamente di doverti chiederti scusa.  Per tanti anni non ti  ho considerato, non mi sono occupata delle tue canzoni e del tuo modo di interpretare e stavo rischiando di perdere una perla rara. In questo Sanremo oltre ad avere dimostrato un talento straordinario, sei apparso disponibile e simpatico, elegante, ma sobrio, come  solo un vero artista sa essere!

Il culmine delle tue esibizioni però lo hai toccato interpretando Almeno tu nell’universo di Mia Martini. Era la prima volta che la canzone veniva interpretata da un uomo! Leggi tutto

Una super arachide magica anche per noi disabili

Non dovrei mangiarne troppe, fanno ingrassare soprattutto se non si può fare movimento…ma io adoro le arachidi. Mi piacciono anche per la loro forma e la loro friabile corazza. Ci pensavo oggi. La mia mamma veneta le chiama “bagigi” e sono famose anche tra i personaggi Disney. Pippo riesce a diventare un super eroe grazie a delle arachidi magiche che crescono nel suo giardino . Già… sarebbe bello anche per noi sclerotici, ingollare qualche “bagigio” e …TA DA…ritornare forti e abili come prima della malattia! 😅 Leggi tutto

“Quel sudore sul viso, che rischia di rovinare il mio lavoro” – Soffro di iperidrosi facciale e non sempre truccarmi è semplice

Alice Venturi , ventisei anni, nata a Lucca, da molti anni realizza video tutorial sul trucco ed i migliori prodotti per il make-up. Come youtuber ha scelto il nome di AlicelikeAudrey , facendo un chiaro omaggio all’attrice  Audrey Hepburn, indiscussa icona di stile.

Alice ha raggiunto una certa notorietà sul web con il suo canale, che vanta circa trecentocinquantamila iscritti. Questa fama le ha permesso di essere chiamata in televisione a Pechino Express e nello spazio pomeridiano condotto da Caterina Balivo. Leggi tutto

Che dite…lanciamo un profumo che odora di “sclerosi multipla”?

Non ho saputo resistere cari colleghi sclerotici! Alla notizia che l’attrice Gwyneth Paltrow avesse lanciato sul mercato una candela con lo stesso profumo della sua vagina ho subito pensato a come ironizzare su questa scelta.

La particolare candela di Gwyneth contribuisce anche a concentrare l’attenzione su una parte del corpo, come l’apparato genitale femminile, considerata tabù. Allora perché non possiamo usare lo stesso sistema per parlare  di sclerosi o disabilità, che sono anch’essi dei tabù? Leggi tutto

Aspettando Crohn e l’umorismo distopico dei The pills

È passato veramente tanto tempo da quando vi ho parlato del morbo di  Crohn e del libro di Malvina Massaro, “Tino non ci sta”.

Oggi torno a parlarne perché le mie scorribande su YouTube mi hanno fatto scoprire un altro gioiellino, degno senza dubbio di essere riproposto anche se risale al 2018.

sSi tratta di Aspettando Crohn, realizzato dal gruppo romano dei The Pills. 

Circa un anno fa gli attori hanno messo a disposizione dell’Amici onlus   il loro umorismo nero per realizzare una mini opera da proiettare al cinema, che parlasse in modo semplice e diretto della patologia intestinale. Leggi tutto